Metal-Interface si preoccupa di proteggere la vostra privacy: quando inviate una richiesta o ponete una domanda, i vostri dati personali vengono trasmessi al fornitore interessato o, se necessario, a uno dei suoi responsabili regionali o distributori, che sarà in grado di fornirvi una risposta diretta. Consultate la nostra Informativa sulla privacy per saperne di più su come e perché trattiamo i vostri dati e sui vostri diritti in relazione a tali informazioni. Continuando a navigare nel nostro sito, accettate i nostri termini e condizioni d'uso.

  • Daniele Marzaroli LAMIERA 2023 Comunicato

    Ripensare il settore della lamiera: Intervista a Daniele Marzaroli, Sales & Marketing Director di Rolleri

    Pubblicato su 22/06/23
Nome della società
SPALECK INDUSTRIES de
Inviato da benoit.cantin il Gio 22/06/2023 - 11:01
Contenu
  • Abbiamo avuto l'opportunità di intervistare Daniele Marzaroli, Sales & Marketing Director di Rolleri, azienda specializzata nella fornitura di utensili per gli impianti di lavorazione della lamiera: presse piegatrici, punzonatrici, taglio laser, ecc. Daniele Marzaroli ci ha parlato dell’importanza di un approccio ad ampio raggio, incentrato non solo sul prodotto in sé, ma anche sui processi e sui servizi ad esso connessi. Ha inoltre sottolineato una visione unica di Rolleri, basata sulla condivisione delle conoscenze e sul ruolo dell’automazione nell’industria della lamiera.
     

  • Allargare gli orizzonti intorno al prodotto

    Oggi, per essere pronti a raccogliere le sfide attuali e future che caratterizzano il settore della lamiera, dobbiamo assolutamente prendere in considerazione non solo il prodotto stesso, ma anche tutto ciò che gli sta attorno, ponendo particolare attenzione ai processi e ai servizi pre e post vendita, ad esempio, ma anche a tutta quella informazione che il prodotto veicola e che risulta erogabile al cliente.
     

  • Un sistema di condivisione delle conoscenze

    Certo, offrire un prodotto di qualità resta indispensabile, ma l’idea è quella di costruire un sistema più ampio, intessuto principalmente di informazione e di conoscenza. Siamo convinti che questo patrimonio di conoscenze non vada gelosamente custodito, bensì trasferito e il più possibile condiviso.
     

  • Rolleri Tech: una start-up tra i reparti aziendali

    Ed è su questo che abbiamo puntato, noi di Rolleri, su vari fronti. Abbiamo avviato diversi processi di informazione. Abbiamo, per esempio, fatto in modo che l'ufficio tecnico si allontanasse da un funzionamento tradizionale per diventare una vera e propria start-up, che abbiamo chiamato Rolleri Tech. Una realtà guidata da giovani talenti che organizzano programmi di formazione e attività varie. L’idea è quella di condividere le conoscenze, per arrivare a dialogare con il cliente, coinvolgendolo nel processo stesso di ricerca di soluzioni, per scambiare opinioni e pareri, in una dinamica molto più interattiva rispetto a quello che può essere un classico rapporto con il cliente.

    Rolleri


    Questo approccio comporta, a mio avviso, due vantaggi. Da un lato consente di trasferire conoscenza al cliente, dall’altro i collaboratori dell'azienda possono svolgere un ruolo più attivo, da protagonisti, aspetto da non sottovalutare in un contesto in cui non risulta per niente scontato trattenere i talenti.

    Stiamo in effetti assistendo ad un ricambio generazionale, nel mondo aziendale, con delle posizioni che cominciano a restare vacanti, perché gli operatori sono sempre meno disposti a svolgere compiti con un basso livello di sicurezza e pongono una maggiore attenzione alla qualità della vita lavorativa. In azienda si lavora quindi per dar vita a soluzioni tecnologiche che consentano di automatizzare quelle mansioni che le persone sono sempre più restie a svolgere. Pensiamo, ad esempio, che il reparto saldatura sarà interamente robotizzato tra qualche anno. Gli operatori si troveranno a svolgere altri compiti, meno alienanti, di verifica e di controllo.
     

  • Sfide e opportunità create dall’automazione

    L’automazione rappresenta una grande sfida, perché si tratta di creare ex novo qualcosa che non c’era, e che in quanto tale non viene necessariamente richiesto. La robotizzazione va quindi innanzitutto spiegata, per renderne comprensibili potenzialità e i vantaggi, tramite un lavoro di informazione, come si diceva prima. E per mostrare ai nostri clienti quanto sia conveniente, adottiamo anche noi, in azienda, questa trasformazione.

    Focalizzarsi su queste tematiche non significa dimenticare o trascurare il prodotto e i tentativi costanti di ottimizzarlo. Non sono sfide che si sostituiscono a quelle che già da sempre raccogliamo, sono problematiche supplementari, che richiedono una sorta di rivoluzione culturale in seno all’azienda. Una trasformazione che implica una maggiore coordinazione e una volontà di costruire un vero e proprio sistema, ma anche il coraggio di condividere, di non tenere per sé l’informazione. Di andare oltre, di fatto, alla prospettiva, ormai superata, che vede nel concorrente un nemico.

    Senza mai trascurare la qualità dei prodotti, Rolleri pensa all’azienda come una realtà che va trasformata tramite una rivoluzione culturale. Il coraggio di condividere e la volontà di costruire un vero sistema sono tra le chiavi del successo. La strada è tracciata: bisogna superare la prospettiva obsoleta che vede il concorrente come nemico e procedere insieme verso un futuro tecnologico più collaborativo e innovativo.